Ci ho messo quasi tre mesi per scrivere qualcosa su Lofoten. Non perché non avessi voglia, anzi. Il problema è stato il tempo. Volevo scrivere nel dettaglio delle sensazioni, dei colori dei paesaggi che ho visto, per portarvi in un certo senso con me in quel viaggio, che non scorderò mai.

Vi scrivo in senso pratico come abbiamo organizzato il viaggio e che tappe abbiamo fatto.

Per descrivervi le sensazioni, io che non sono brava a scrivere, vi rimando al prossimo video che caricherò sul mio canale youtube.

Alle Lofoten (plurale utilizzato in italiano per intendere le “isole” Lofoten) abbiamo trascorso 5 giorni e 4 notti dal 13 al 17 maggio 2016.

Siamo atterrati all’aeroporto di Harstad/Narvik, vicino alla cittadina di Evenes (da non confondere con altro aeroporto a Narvik, ben più lontano).

Abbiamo affittato una macchina presso AVIS e, visto che siamo atterrati alle 22.30 abbiamo deciso di fare la prima notte nelle vicinanze, precisamente all’Hotel Tjeldsundbrua Kro che non è un granché, ma silenzioso e pulito. Buona la colazione inclusa nel prezzo.

Va detto che ho prenotato tutto su booking.com e mi sono trovata bene su quasi tutti i fronti. L’unico problema usando questa agenzia è che, in caso di cancellazioni da parte degli alberghi, non hai nessun sostegno o rimborso. Ma il sito permette di prenotare in anticipo (cosa che consiglio sempre, specialmente se poi è possibile disdire senza penali fino a 24h prima)

Schermata 2016-07-22 alle 11.40.56

Percorrendo la E10 (unica strada che attraversa da nord a sud l’arcipelago delle Lofoten) tappe obbligate sono Svolvær, Henningsvær, la spiaggia di Eggum e infine, l’estremo sud il paesino di pescatori Å i Lofoten.

Il percorso è fattibile facilmente in 4 notti, con tappe da circa 3/4 ore di distanza l’una dall’altra. La statale E10 è estremamente panoramica. Tra curve e montagne, passa ponti ripidi e affianca baie di acque azzurre e verdi cristalline. Da Svolvær a Å in particolare e sulla punta più a sud ci sono panorami mozzafiato.

Per questa vacanza abbiamo fatto un misto tra viaggio turistico in comodi hotel caratteristici e rustiche case di pescatori un po’ all’avventura.

Ecco i nostri alloggi con voto personale affianco (in decimi)

Svolvær : Svinøya Rorbuer (che sono le tipiche case di pescatori rosse e bianche). Voto 10/10 – ottima localizzazione, c’è parcheggio gratuito, attrezzi da cucina, silenzioso e pulito. Terrazza esterna con tavolino. Noi avevamo alloggio su due piani con due camere e due bagni. panoramico.

Å i Lofoten: Å Hamna Rorbuer – Voto 7/10 – caratteristiche casette rosse e bianche ma prive di lenzuola (che si pagano a parte) ne di alcuno strumenti in cucina (solo posate). Ottimo per chi prenota una vacanza e vuole trascorrere qualche giorno, ma con la propria attrezzatura. La reception è un po’ distante dalle casette rosse, quindi difficile da trovare (non ci sono indicazioni ne su booking.com ne su google maps). Spostando i letti c’era polvere a terra. Panoramico ma non sull’oceano.

 

Hennisvær : Tobiasbrygga – Voto 9/10 – Buona localizzazione (dopo il ponte, a circa un km dal centro) è stato difficile trovare la reception perché ci è arrivato un SMS con la descrizione su come aprire le due porte di casa tramite codici, ma non ci hanno detto quale porta era da aprire. Il giorno dopo è passata una signora con il pos per pagare con carta. L’appartamento con terrazza era spazioso, silenzioso, riscaldato e attrezzato di tutto. Pulito e completo di lenzuola e coperte. Panoramico e con parcheggio (anche se non ampio, solo 3 posti auto).

 

Info e suggerimenti di trasporto:

Alle Lofoten ci si arriva anche più comodamente (ma più caro) con aereo fino a Svolvær, o con traghetto da Bodø a Moskenes a pochissimi chilometri da Å.

Ci sono autobus pubblici che percorrono le principali cittadine delle isole. Info qui.

Info e suggerimenti periodi:

La stagione estiva apre ufficialmente dal 1 giugno al 15 settembre, pertanto nel periodo di maggio è possibile che alcuni servizi, tour o hotel siano ancora chiusi. Informatevi prima.

Il 17 maggio è festa nazionale norvegese, pertanto in tutti i paesi troverete marce, feste e cortesi in vestiti tradizionali e bande con musica dal vivo. Molto interessante.

Link utili:

http://www.lofoten-info.no/

http://www.lofoten.info/

https://www.visitnorway.it

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...